Browsing Tag

verde verticale

Design Home Progetti

Come realizzare un kokedama

May 20, 2015
kokedama

 

Guarda il video del Kokedama su Youtube!

Clicca qui

 

“Kokedama” è un termine giapponese che significa “palla di muschio”: è una tecnica che prevede l’inserimento di una pianta all’interno di una palla di terriccio e argillaa sua volta ricoperta di muschio. Ma non solo: il Kokedama è un complemento d’arredo molto scenografico e facile da realizzare, una perla di verde che può essereappesa o sostituita ai tradizionali vasi.
Il Kokedama rappresenta inoltre un’utile soluzione per chi ha poco spazio in casa ma non vuole rinunciare a circondarsi di verde.
Il protagonista del Kokedama è il muschio, che si può trovare nei garden center o dal fioraio. Attenzione a raccoglierlo in giro, perché è vietato!

Avrete bisogno di:

  • Muschio
  • Terriccio per bonsai
  • Akadama (terriccio argilloso)
  • Forbici
  • Acqua
  • Spago
  • Una pianta

SAMSUNG CAMERA PICTURES

 

tutorial kokedama

Design Home Natale

Con HOH! appendi il verde in casa

December 17, 2013
0000

La moda del verde verticale, sta dilagando. Si moltiplicano i prodotti e le soluzioni dedicate a chi vuole sperimentare in

HOH! con Soleirolia soleirolii

HOH! con Soleirolia soleirolii

casa e cimentarsi con la creazione di un quadro o una parete verde.  Tra le tante proposte ce n’è una secondo me tra le migliori: si tratta di HOH! ed è l’innovativo complemento d’arredo vegetale ideato e realizzato da Ortisgreen.
Perchè la consiglio? Perchè Ortisgreen è un’azienda specializzata in pareti verticali di un certo “spessore”, quindi sa come si fa! La consiglio perchè l’azienda è giovane e sta correndo come un treno con nuovi progetti e collaborazioni importanti. E infine, la consiglio perchè il prezzo è abbordabile (meno di 40 euro): è il regalo giusto in questo Natale di austerity, da donare per fare bella figura con un prodotto davvero originale, “nuovo nuovissimo”.
Al suo interno, HOH! ha già tutto. Mancano solo, per ovvi motivi, le piante. Vi potete sbizzarrire nella scelta, potete presentarvi con il regalo già assemblato, oppure lasciare libertà di scelta. Ci sono piante più adatte di altre per questi “esperimenti” di verde appeso o verticale.

Le piante da usare

Le piante più adatte per questo tipo di quadro sono quelle tropicali da interno:

  • Spatiphyllum
  • Anthurium
  • Calathee
  • Clorophitum
  • Ficus pumila
  • Marante
  • Pothos
  • Syngonium.

Io ho scelto la Soleirolia Soleirolii, una sempreverde proveniente dall’area mediterranea.  Per motivi climatici, è bene coltivarla all’interno. In Africa è al pari della nostra erba, cresce e si amplia da sola col suo portamento tappezzante.
La forma tondeggiante e le foglie piccolissime la rendono sferica, regolare e adatta a composizioni scenografiche. L’ho trovata in tre diverse tonalità di verde: una più argentata, una più accesa e una più “Mangialafoglia”.

Tutorial

1

1
Il nome HOH! sta per Hang Oasi Home, ovvero “appendi in casa la tua oasi di verde”. Si tratta di un modulo per realizzare un quadro verde, una composizione verticale.

2

2
La struttura pesa 1 kg circa e misura 38x27x7 cm. Nella scatola non troverete, ovviamente, le piante, che potrete scegliere secondo il vostro gusto!

3

3
Nella scatola c’è anche lo sfagno, 100% vegetale e biodegradabile. E’ ciò che useremo come terriccio,  indicato per strutture come HOH!

4

4
Lo sfagno si presenta al tatto come truciolato. In realtà si tratta di un tipo di muschio.

7

5
Sbriciolare lo sfagno in un recipiente con 2/3 litri d’acqua. Lasciarlo a bagno per 10/15 minuti in modo da fargli assorbire tutta l’acqua necessaria.

8

6
Riempire HOH! con lo sfagno. Prima di inserirlo, strizzatelo bene, in modo che sia umido ma non gocciolante.

9

7
Inserire il coperchio, dopo aver pressato lo sfagno: se ce n’è in eccesso, non vi preoccupate! Lo toglierete dai fori per le piante.

10

8
Togliere le piante dal vaso e comprimere leggermente le radici con le mani. Non è necessario “aprire” le radici, basta prendere una pianta piccolina.
Design Home

Orto appeso: piante come scarpe

September 27, 2013
tasche fragola

Se abbiamo acquistato delle piantine da orto o delle aromatiche, la prima domanda che sorge spontanea è: “dove le metto??”. Infatti se ci ritroviamo con una moltitudine di vasetti color terracotta da disporre in terrazzo, la cosa difficile sarà proprio dare un senso alla disposizione ed evitare che il nostro orto si trasformi in una spianata di vasi senza senso.
Non è necessario comprare una struttura: possiamo costruirla noi senza alcuno sforzo.
Il mio orto di quest’anno è realizzato con una scarpiera di tessuto, acquistata in un discount per 5 euro. Sì, avete capito bene: proviamo a fare un orto con una scarpiera!
Già da sola la vostra scarpiera di tessuto ha tutto quello che vi serve, perchè i ganci usati tradizionalmente da appendere alle porte, li possiamo inserire tra le ringhiere del balcone, oppure appendere a muri e graticci.
Anche se io l’ho acquistata di un colore chiaro, ovviamente un materiale scuro è preferibile, perchè le macchie si vedono meno. In commercio ce ne sono di molte varianti. Un contenitore a tasche c’è anche da Ikea, in colore chiaro.

Quali piante scegliere?

 

  • lattuga
  • fragole
  • fagiolini
  • peperoncini
  • erbe aromatiche

Attenzione a come combinate le colture: le insalate e le erbe aromatiche come prezzemolo, coriandolo e menta vanno messe in una posizione di mezz’ombra.
Viceversa fragole, pomodori, fagiolini nani e aromatiche come basilico, salvia e rosmarino gradiscono posizioni soleggiate. Va da sé che dovete optare per piante “simili”, che hanno bisogno della stessa esposizione al sole.
In una struttura di questo tipo è meglio evitare pomodori, peperoni e zucchine, che crescono molto in altezza e il cui peso potrebbe far cedere i tessuti della vostra scarpiera.

Appendete il vostro orto!

Appendete il vostro orto!

Fragole e insalata

Fragole e insalata

 

 

Design Home

Il verde verticale firmato D&M

June 9, 2013
IMG_7339

Se cercate un’idea originale per abbellire la casa e farvi invidiare da tutti i vostri amici potete puntare sul verde verticale, la nuova filosofia che sta prendendo piede tra tutti i green designer più affermati. Di cosa si tratta? Abbandonare il canonico vaso tradizionale e mettere le piante in un quadro, ovvero appese al muro, in verticale appunto. Esistono in commercio dei veri e propri quadri che contengono struttura e occorrente e a cui serve solo aggiungere la materia prima, le piante.
Il vaso che vedete nelle foto si chiama Karoo ed è una novità di D&M, un’azienda belga specializzata in complementi d’arredo garden. Si tratta di un sistema modulare che parte da una base di 40×40 cm a cui si possono aggiungere moduli a piacimento, fino a creare un’intera parete verde. Il costo di un singolo modulo si aggira intorno ai 70 euro (visto da F.lli Ingegnoli). La struttura è esteticamente piacevole ed è disponibile in bianco o grigio scuro. Una volta completato il tutorial per inserire le piante, basta solo appendere il quadro alla parete o posizionarlo su un mobile all’interno della vostra zona living.
Nonostante sul sito dedicato (http://www.karoo-dmdepot.be/)  siano elencate molte proposte di piante adatte per la loro fisionomia, io ho scelto il Coleus blumei, una sempreverde perenne che costa poco (0,90 cad.) che ha delle bellissime foglie ricche di sfumature.

Tutorial

karoo confezione

1
Per costruire una parete o un pezzo di verde verticale vi serve Karoo + alcune piantine di diametro 9 cm (nove piante se utilizzate solo un modulo).

preparazione karoo

2
Togliere il foglio di plastica che ricopre le tasche. Basta tirare dal centro.

tasche per piante

3
La struttura è suddivisa in 9 contenitori, ciascuno delimitato ma comunicante con gli altri, protetti da uno strato di gommapiuma per tenere ferma la pianta.

terriccio karoo

4
Le tasche  contengono un terriccio adatto per la coltivazione in verticale, quindi non dovete aggiungerne altro.

togliere terriccio

5
Togliere il terriccio in avanzo, a seconda della grandezza della pianta che avete scelto. Non scegliete piante troppo grandi, max 9 cm di diametro.

coelus prima

6
Inserire la prima piantina, facendo attenzione che sia ben sistemata nel contenitore.

karoo finito

7
Una volta inserite tutte le piante, verticalizzate Karoo e noterete in alto al centro la fessura per inserire l’acqua nel vaso.

Karoo bagno

8
Potete appendere Karoo oppure posizionarlo sopra un mobile, tipo quadro-soprammobile.