Browsing Tag

colours

Design Home

I fiori blu

June 14, 2013
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il colore è uno strumento primario nella progettazione dei giardini, proprio per la sua capacità di influenzare i nostri sensi e farci vivere l’ambiente circostante. Per associare i colori con successo bisogna tener conto non solo del verde vivo, realizzando delle combinazioni di colore che variano al cambiare della stagione, ma anche di elementi artificiali, quali la pavimentazione, gli arredi, la tonalità dei muri della nostra casa, in modo da procedere con il nostro progetto seguendo un sentiero preciso e delineato. Si tratta di una sfida eccitante, che possiamo affrontare avvalendoci della conosciutissima ruota cromatica, per capire quali combinazioni creino i migliori risultati.
Il blu è un colore molto particolare per le piante. Come tutti i colori freddi, il blu fa sembrare gli spazi più grandi e più aperti: si tratta di un colore “distanziante”, nel senso che l’osservatore percepisce i fiori blu più lontani di quanto siano in realtà. Per questo motivo si utilizzano per “marcare” lo spazio, per allungare visivamente i sentieri, per ampliare delle zone in realtà ridotte.
In natura è piuttosto raro: quando chiedi il colore blu, ti viene dato un viola. Ti chiedi perchè e la risposta più semplice è che sono poche le specie di questo colore.

Che impressione vogliamo dare nel nostro giardino?

  • Movimento – colori complementari, in questo caso blu/viola e il giallo, oppure rosso e verde. Il contrasto dell’accostamento crea un effetto molto movimentato, che alla lunga però può innervosire o stancare l’osservatore.
  • Armonia – colori contigui, ovvero vicini. L’occhio recepisce un senso di ordine, di equilibrio. Si sceglie un colore dominante (il blu) e due colori a supporto (viola, bordeaux).
  • Vitalità – colori triadici, a distanza di 120° nella ruota cromatica, come viola, verde e arancio. In questo caso si preferisce limitare al verde vivo, utilizzando i tre colori escludendo costruzioni ed elementi non vivi: altrimenti si rischia di cadere nella caoticità, nell’eccesso.

O semplicemente, costruiamo la nostra aiuola totally blue:

Hydrangea

Hydrangea

Lithodora

Lithodora

Muscari

Muscari

Lobelia

Lobelia

Iris

Iris

Guaranitica

Guaranitica

Anemone

Anemone

Aster

Aster

Campanula

Ipomea Morning Glory

Plumbago

Plumbago

Design Home

Arancio + viola: giusto abbinarli?

April 2, 1998
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nel periodo primaverile possiamo sbizzarrirci a realizzare vasi e composizioni con le bulbose, acquistate dal fioraio in fiore reciso oppure sapientemente interrate nel periodo autunnale. Se vi piace comporre dei disegni con i fiori, o semplicemente non vi accontentate di lasciarli in vaso, vi consiglio ciò che faccio io: piantate i bulbi in vasi a seconda del colore. Unite tulipani, narcisi, allium, giacinti, etc. Ma suddivideteli per colore: in questo modo, appena arriva la primavera, saprete subito dove cercare le varie tonalità, e quindi potrete delicatamente estrarre i bulbi dal terreno e combinarli con gli altri. Certo, la bulbose sono talmente belle e semplici da coltivare che pare uno scempio muoverle dal terreno appena fioriscono!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In generale, vi riporto alcuni consigli generici sul colore, già pubblicati in un altro post:
- I colori adiacenti stanno bene insieme perché contengono elementi dei colori primari tra cui si trovano. Quindi il viola andrà bene con il blu e il rosso, oppure l’arancione con il giallo e il verde.
- Ogni colore ha varie tonalità che creano movimento. Le versioni chiara e scura di uno stesso colore fanno sì che la vostra composizione apparirà drammatica, solare, calda, fredda, armoniosa, psichedelica, etc. Nelle vostre prime composizioni, probabilmente il risultato sarà involontario, ma con la pratica e molto studio, vedrete che non vi presenterete a un compleanno con un bouquet natalizio!
- Non rinunciate mai al verde delle foglie. Serve a miscelare i colori, talvolta a smorzarli oppure a rafforzarli.
- Tutti i colori possono stare insieme, ma non esagerate!! Non è necessario accostare mille colori. Limitatevi a tre o quattro adiacenti nella ruota del colore) oppure a due colori complementari.
- Attenzione al bianco! Sembra che si abbini con tutto ma non è vero! Abbinatelo con colori in grado di valorizzarlo, come il blu o il verde. E se proprio volete realizzare una composizione color latte, optate per una tonalità crema, più morbida e piacevole alla vista. Stesso discorso per il rosso, che se non è calibrato bene ci farà fare una composizione aggressiva e angosciante!

colori

Arancione e viola? Promosso!
Nei giardini i contrasti sono stimolanti: ci sono molti modi per realizzare un contrasto, attraverso le forme, la disposizione e, non ultimo, il colore. A mio avviso, il miglior contrasto lo si ottiene quanto i colori complementari (quelli che risultano opposti nella ruota del colore) vengono messi uno vicino all’altro. Il viola quindi andrà benissimo con il giallo e l’arancio. Altri esempi sono rosso+verde e blu+arancio. Quando invece decidiamo di non osare, rischiamo di rendere il nostro giardino un pò monotono e ripetitivo. Ricordatevi che l’intensità della luce solare è una variabile fondamentale: più forte è la luce, più chiari diventano i colori, perchè la quantità di luce influenza la percezione di essi. Se optate per un vaso o un’aiuola dai toni pastello, aspettatevi che la bellezza con la prima luce del mattino si trasformi in un mortorio a mezzogiorno!!