DaWanda: il market online dei prodotti handmade

Una volta i prodotti handmade, pezzi unici realizzati con cuore da creativi e designer, si trovavano ai mercatini, nelle botteghe e, talvolta, in qualche sito personale di avventurosi della rete. Al mondo online è sempre “rimasto” da vendere tutto l’universo dei prodotti di massa, i marchi insomma. Ma gli oggetti fatti a mano hanno sempre avuto un loro significato profondo perchè curati personalmente dalla mano di un creativo che ama il proprio oggetto, e perchè anche le loro imperfezioni li rendono pezzi unici. Dal 2014 è attivo anche in Italia www.dawanda.com, il marketplace europeo dove è possibile vendere e acquistare articoli rigorosamente handmade. La piattaforma consente a designer e artigiani di tutto il mondo di creare veri e propri negozi online in cui vendere i prodotti. Insomma DaWanda è il mercato online per chi è alla ricerca del prodotto “ce l’ho solo io”: un’alternativa al consumo di massa, la cui mission è di collegare domanda e offerta. Il tutto con grande attenzione nei confronti del cosiddetto upcycling e del riuso di oggetti e materiali.

DaWanda nasce nel 2006 a Berlino da un’ispirazione di Claudia Helming e Michael Pütz, due colleghi che avevano tentato di realizzare delle bambole Matryoshka per Natale da regalare ad amici e familiari. Fallito l’esperimento creativo, i due hanno comunque visto grandi potenzialità nel progetto di creare un marketplace per tutti i designer e artigiani che, al contrario di loro, riuscivano a realizzare prodotti bellissimi fatti a mano senza avere modo di venderli.
Negli anni, il numero dei venditori presenti su DaWanda è aumentato insieme al numero di prodotti e delle pagine viste (200 milioni al mese): attualmente i seller presenti sulla piattaforma sono 300.000 e il sito è disponibile in 7 lingue diverse (tedesco, italiano, inglese, francese, spagnolo, olandese e polacco). Nel 2012 infatti sono state lanciate le piattaforme internazionali, adattate ai gusti e ai bisogni locali e curate da madrelingua. Nel febbraio 2014, alle sedi di Berlino, Madrid e Varsavia, si è aggiunta quella di Milano, mentre in concomitanza dell’arrivo del Natale è stata lanciata l’app mobile di DaWanda per arricchire l’esperienza di shopping degli utenti.

Dall’abbigliamento agli arredi, dai gioielli agli accessori: è riduttivo elencare quello che si può acquistare su DaWanda.it perchè c’è veramente di tutto. Visto che è il mio primo amore, sono corsa subito a vedere la sezione giardinaggio: a parte articoli come gli insetti super quality,  i gatti ornamentali, i cactus all’uncinetto, che io comprerei subito, anche solo per premiare l’ingegno e la simpatia degli artisti, la sezione è ricca di oggetti interessanti.
La parte di vendita è il nodo centrale del sito, che però è sviluppato molto bene nelle altre sezioni. Se cliccate su Mondi DaWanda entrerete in un mondo di consigli sui trend futuri e sui best seller, accompagnati dai LoveBook con i consigli della redazione DaWanda.
Insomma, buona navigazione e che l’handmade sia con voi!

 

Lascia un commento