Il design minimal della Sansevieria cylindrica

Un addetto alla vendita di un garden center me l’ha proposta per un quadro da appendere alla parete. Tipo segnale “Non avvicinarsi!”. L’ho acquistata, ma ovviamente non l’ho utilizzata per il verde verticale, non sono ancora pronta per diffondere la cultura del verde come nuovo metodo di tortura!
Sto parlando della Sansevieria cylindrica, la più stupefacente tra le varietà di Sansevieria.
Pianta imparentata con le agavi, è una succulenta originaria del Kenya, in passato difficile da reperire e oggi molto richiesta e diffusa nei vivai, proprio per la sua struttura particolare e affascinante. Se avete un arredamento minimal, in casa o in ufficio, questa pianta, con il vaso adatto (magari in stile moderno, laccato, forma arrotondata), fa al caso vostro.

Il portamento
Dal rizoma interrato partono le foglie, all’apparenza dei tronchi o degli spuntoni, rigide e carnose, che possono arrivare a superare il metro di altezza. In età adulta le foglie vanno a formare un ventaglio molto scenografico, anche se io preferisco le foglie a punta singole, che fanno molto “letto del fachiro” (a proposito, i fachiri fanno cose tipo tenere un braccio alzato per 12 anni, ma perché?!).

La cura
Essendo una succulenta, va bene coltivarla all’interno in una temperatura mai sotto i 10°. Va benissimo 20°. Non necessita di molta acqua, perchè teme i ristagni d’acqua, che portano a marciumi radicali e del rizoma.
Annaffiate solo quando la terra si è completamente asciugata: in estate ogni due settimane, in inverno una sola volta al mese. Se la posizionate all’esterno, in estate, le annaffiature andranno lievemente incrementate, una volta ogni 3-4 giorni. Vale anche qui la regola “meno bevo, meglio sto”. È più probabile che muoia per troppa acqua, che per poca. Verificate, alzando la pianta dal vaso, che le radici siano in salute e asciutte prima di annaffiare. Non basatevi soltanto sulla superficie, che potrebbe essersi asciugata, mentre le radici affogano nell’acqua.
All’interno, collocatela vicino alle finestre: va bene anche la luce diretta del sole.
Effettuare il rinvaso in primavera, ogni due anni: la Sansevierie Cylindrica preferisce i vasi di dimensioni contenute. Per il rinvaso, utilizzate terriccio specifico per succulente, ben drenato e poroso. Di tanto in tanto, smuovete il terreno superficiale, con delicatezza.

Lascia un commento