Chiude Botanic di Rozzano: ribassi al 70%

A fine dicembre 2013, o forse anche prima, chiuderà Botanic di Rozzano, il punto vendita della catena francese situato nel polo commerciale del Fiordaliso, nella periferia Sud di Milano. Forse la crisi che ha colpito indistintamente tutto il commercio, forse la zona sbagliata, forse un affitto spropositato, hanno interrotto l’attività di uno dei punti vendita più forniti e apprezzati dagli amanti di giardinaggio. Nel mio piccolo, secondo la mia esperienza, Botanic è sempre stato il punto vendita da “primi del mese”: prezzi a volte troppo alti e poco competitivi, soprattutto per quanto riguarda l’area decor e gli arredi. Ma per me è stato il punto vendita di “battesimo”, il garden center che, nella sua complessità, presenta un’offerta varia e una quantità di merce talmente ampia, che inevitabilmente ho preso a riferimento per anni nel mio lavoro. Le piante di Botanic erano di qualità: dico erano perchè mentre il negozio continua a vendere tutta l’altra merce (animali inclusi, al 50%…come se la chiusura di un negozio potesse abbattere i prezzi di un cincillà), le piante sono praticamente scomparse. L’ho visitato quando già da tempo ne era stata decisa la chiusura, comunque essendo le piante un bene deperibile, a ragione sono state le prime a scomparire. Insomma, non c’erano piante nei fondi di magazzino!

Cosa possiamo acquistare?
Buoni affari:

Mobili per esterni/Vasi/Barbecue
Se avete deciso di regalarvi un nuovo arredamento per il terrazzo o balcone, potete trovare ciò che fa al caso vostro. Mentre gli arredi per esterni sono scontati del 20-30%, i vasi arrivano fino al 50%. Purtroppo si tratta di marchi di per sè “proibitivi” che arrivano a costare oltre i 100 euro per vasi di grandi dimensioni. Però si possono trovare delle buone occasioni. non troverete vasi in plastica a basso prezzo, ma è ancora vasta l’offerta di balconiere, vasi di design, vasi a riserva d’acqua di marca Lechuza e vasi in plastica Elho. Sedie, chaise longue, ombrelloni, cuscini e tavoli: nonostante i corridoi siano praticamente vuoti, c’è ancora qualche chance di fare buoni acquisti

Libri
Se il giardinaggio è un’arte che si impara sul campo, non smetterò mai di dissentire sull’accostamento conoscenza/esperienza. Anche in giardino è necessario leggere molto. Ci sono molti manuali interessanti che i giardinieri esperti conoscono e che i neofiti devono tenere nella loro libreria. Da Botanic di Rozzano tutti i volumi sono al 50%, e visto che il giardinaggio non scade vi conviene approfittarne. In particolare, c’è tutta la collana Giunti Demetra, dedicata al giardinaggio, una serie di manuali scritti in modo semplice e comprensibili anche per i meno esperti. Oltre al giardinaggio, una serie di libri dedicati a bricolage, hobby, cucina, animali, etc.

Irrigazione, attrezzi, sementi
Anche se non ci sono più le piante, compaiono delle isole felici con i generi di prima necessità del giardinaggio. Tutto al 20% o più, non rimane molto però. I sementi potete acquistarli completamente: potrete piantarli in primavera o comunque dureranno fino alla stagione giusta per la semina. Io ho comperato dei semi di lenticchia di marca Bavicchi. Se volete rifare l’impianto d’irrigazione, approfittate dello sconto (anche se non è granchè). Quando chiude un negozio, è il momento di acquistare merce che, a condizioni normali, non avreste mai acquistato. Io ho preso degli stivali di gomma, bellissimi. In cassa mi sono accorta che non erano in sconto. Grande rammarico!

 

fiori finti

Fiori finti

piante

Piante rimaste

Mobili per esterni

Mobili per esterni

Ribassi

Ribassi

Attrezzi

Attrezzi

Libri

Libri

Piante

Piante

 

vasi

Vasi

Natale

Decor

Vasi Elho

Vasi Elho

Stivali

Stivali

Lascia un commento