Tomtato: arriva l’innesto patata+pomodoro

Qui siamo in un’altra frontiera, mi verrebbe da dire più vicina alla stregoneria che al giardinaggio! Arriva dall’Inghilterra una pianta destinata a rivoluzionare (o no?) il concetto e la pratica di coltivazione. Stiamo parlando di TomTato, la nuova specie che contiene all’interno pomodoro (Tomato) e patate (Potato). Un “ibrido” nato in Nuova Zelanda, dove ha avuto risonanza modesta, e riproposto dalla società Thompson & Morgan, che garantisce il successo di una coltivazione a due, patata+pomodoro.
Scientificamente possibile, visto che le due piante appartengono alla famiglia delle Solanaceae, non si tratta di un Ogm bensì di un semplice innesto fatto a mano.
Se come me state già pensando a cosa cucinare con patate e pomodori, il prossimo passo è acquistare questo incrocio.
L’idea è nata 15 anni fa e c’è chi se lo fa in casa, ma solo oggi un’azienda è in grado di commercializzare il prodotto. Sul sito www.thompson-morgan.com si possono acquistare le piante per 14,99 sterline. Loro garantiscono che con TomTato mangerete i pomodorini più dolci e gustosi che abbiate mai assaggiato.

Se volete tentare l’esperienza fatevi mandare la pianta dall’Inghilterra e seguite queste semplice regole!
  • Garantite alla pianta un clima caldo, al riparo dal gelo per tutto l’inverno. Una volta che il periodo freddo è passato, rinvasate in un contenitore più grande. Attenzione agli sbalzi di temperatura, se cambiano le condizioni climatiche la pianta deve abituarsi.
  • Considerate sempre di avere ben due colture diverse, quindi garantite doppio spazio! Il vaso deve contenere almeno 40 litri di compost, va benissimo quindi un diametro di 20 cm.
  • Mettete dei tutori: se è vero ciò che dice la Thompson & Morgan la vostra pianta sfornerà 500 pomodorini e quindi avrà bisogno di sostegni per i grappoli.
  • Come piantarla? Cercate la seconda foglia di pomodoro sul fusto: da lì in basso dovete ricoprire tutto col terreno!

Lascia un commento