Home Progetti

La melissa, non solo in cucina

September 20, 2013
IMG_6572

La Melissa Officinalis è un’erbacea spontanea e perenne a radici rizomatose. Una specie rustica che arriva fino a 1 metro di altezza e le cui foglie vengono utilizzate in cucina grazie al loro gradevole aroma di limone.
Non ha grandi esigenze. Essendo una rustica si adatta alle basse temperature; attenti a non metterla in posizioni troppo assolate.
L’autunno è il periodo migliore per la riproduzione di questa pianta: lo si può fare per seme, per talea o per divisione dei cespi.
Nel caso della semina, una volta che sono nate le piantine, si lasciano nel vasetto e si mettono a dimora la primavera successiva. Nelle fasi iniziali dello sviluppo richiede buone e continue innaffiature, che andranno ovviamente diminuite a partire dalla fioritura.
Come la menta, tende a espandersi e coprire le altre piante. Se volete creare un giardino di aromatiche, ricordatevi che è necessario delimitare e bloccare alcune di queste piante, altrimenti vi ritrovate con un cespuglio confuso già dopo pochi mesi. Visto che questa perenne a carattere cespuglioso rimane contenuta in altezza, può essere utilizzata per creare bordure. Per fare in modo che la vostra melissa resti sempre compatta, brillante e bella da vedere, dovete fare un’operazione un po’ impopolare: nel corso della stagione primaverile-estiva, tagliate gli steli ripetutamente, in modo da impedire la fioritura. Se invece non siete interessati all’aspetto estetico, lasciatela fiorire: richiamerà molte api e altri insetti impollinatori che serviranno al vostro giardino.

Le foglie della Melissa, dal tipico odore di limone e con un sapore un pizzico amaro, hanno diversi usi in cucina, per esempio sono perfette per le insalate o possono essere frullate e utilizzare per preparare salse verdi.
Essiccate, perdono il loro effetto aromatico. Quindi è bene conservarle in congelatore quando ancora sono fresche.
Ci si può anche “bere sopra”: ecco due ricette per creare vino e liquore alla Melissa. Prosit!

Ricette:

Liquore alla Melissa
Sminuzzare 25 foglie fresche di melissa, lavate e asciugate, e metterle a macerare in 250 g di alcool a 90 gradi per 20 giorni. Filtrare il liquido ottenuto strizzando bene le foglie e unirlo a uno sciroppo freddo ottenuto facendo bollire 250 g di acqua con 250 g di zucchero. Mescolare bene e conservare in una bottiglia scura. Va servito come digestivo.

Vino alla Melissa
Lavare 6 pesche mature a polpa gialla sbucciarle e tritarne la polpa. Mettere la polpa ottenuta in un recipiente insieme a 3 cucchiai di foglie di melissa fresche e a 750 ml di vino bianco secco. Lasciare riposare per almeno 6 ore, filtrare e diluire con altri 1,250 ml di vino, quindi imbottigliare. Digestivo ideale da servire fretto, decorato con fette di pesca e rametti di melissa.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply