Tutti i segreti del pisello odoroso

Il Lathyrus odoratus, conosciuto come Pisello odoroso, è una pianta erbacea annuale rampicante, appartenente alla famiglia dei piselli, originaria nelle nostre zone. È un rampicante che può raggiungere i 2 metri di altezza: è conosciuto e apprezzato per i fiori a grappoli profumati a forma di farfalla. I piselli odorosi sono molto resistenti al freddo, richiedono temperature tra 4° e 10°(vanno comunque protetti dal gelo). La semina autunnale è spesso preferita, soprattutto se si desidera avere una fioritura precoce (in marzo-aprile). Altrimenti si semina da gennaio in poi.

Come seminare

La semina si può fare in cassette profonde 30-40 cm o in vasi grandi e profondi (vanno benissimo quelli da gigli, da palme o da rose), oppure mettendo un seme per vasetto. In ogni caso, in presenza di climi freddi, è opportuno interrare i recipienti in uno strato di cenere o di torba, steso entro un cassone vetrato, senza riscaldamento. Fate attenzione a collocare i semi vicino alle pareti del vaso, in modo che ricevano più calore. Quando i semi hanno germogliato, dopo 10 giorni circa, bisogna dare molta aria e molta luce alle piantine. Se li tenete in una serra, assicuratevi che prendano molta luce durante il giorno.
La crescita sarà lenta: in primavera le piantine potranno essere trapiantate a dimora o in vasi e, col calore, la concimazione e le piogge primaverili cresceranno e fioriranno rapidamente. Attenzione al trapianto: la radice a fittone del pisello, che va in profondità ed è povera di radici capillari, sopporta il trapianto solo a condizione che venga fatto col suo pane di terra, quindi non dovete assolutamente  togliere la radice dal terreno.

Terreno e concimazione

I piselli odorosi sono avidi di nutrimento fino a grandi profondità. Per quanto riguarda la composizione del terreno, non richiedono grandi necessità, ma è bene che sia lavorato fino a 60-70 cm, sciolto e ben concimato. Con questi requisiti i vostri piselli potranno raggiungere 2-3 metri di altezza, in terra o in un vaso di almeno 30 cm di diametro.
Quando è tempo di concimare, ricordatevi di non inumidire il terreno con il concime: il terreno va prima annaffiato e poi concimato.

La cura

Per ottenere una buona distribuzione dei rami della pianta e fiori grandi, portati da steli lunghi e robusti, si sopprime innanzitutto il germoglio principale di ogni piantina, quando i germogli secondari hanno raggiunto 10-12 cm di lunghezza. Di questi germogli se ne lasciano di solito tre e, mano mano che essi crescono, si legano ordinatamente ai sostegni. Si sopprimono anche, al loro apparire, i getti laterali, basali, che appaiono sui germogli secondari e il maggior numero possibile di viticci, i quali sottraggono inutilmente nutrimento alla pianta. Inoltre, man mano che i fiori sbocciano, bisogna coglierli, altrimenti la pianta di esaurisce rapidamente nella formazione di semi. La soppressione dei germogli e dei viticci si fa di preferenza con le mani.

pisello odoroso ingegnoli

1
Una busta di semi di pisello odoroso può arrivare a costare anche 5 euro per 20 semi.

IMG_9697

2
I semi sono di grandezza media, questo ci facilita la semina. Ricordate che vanno coperti con la loro stessa altezza.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

3
Collocare i vasi in una serra per evitare le gelate.

Lascia un commento